fbpx

Subtotale: 0,00


Nessun prodotto nel carrello.

Seleziona una pagina

La storia del grembiule per le scuole elementari e la scelta del modellino

Come tutte le storie, anche quella che narra la storia del famoso “grembiule” indossato per andare a scuola è intrisa di ricordi e di piccole curiosità.

Tutti quanti noi quando sentiamo parlare di Grembiule, pensiamo all’entusiasmo del rientro a scuola, ma anche alla fine dell’estate, ai compagni di banco, alla maestra, quella unica e successivamente a “quella” più o meno simpatica.

Una cosa che non è mai cambiata e che segnava per tutti quanti noi il ritorno ai banchi di scuola è la scelta del grembiulino, che ci avrebbe accompagnato per tutto l’anno scolastico.

Il famoso Grembiule, nasce per accompagnare i più piccoli nei primi anni della formazione, in Italia scompare dopo la fine della seconda guerra mondiale, ma viene introdotto nuovamente anni dopo.  Nel corso del tempo è diventato un simbolo che riesce ad accomunare più generazione e anche un ricordo degli anni della formazione di tantissimi bambini.

Perché utilizzarlo e come sceglierlo?

● Il grembiule invita al rispetto delle regole, quindi ha un compito educativo importante.
● Non è da sottovalutare l’aspetto igienico del grembiule perché funge da ulteriore barriera protettiva contro agenti patogeni e batteri che possano annidarsi nei tessuti dei vestitini. 
● Inoltre è un capo molto comodo, facilita il movimento e  si smacchia, si lava e si asciuga facilmente. Inoltre protegge i vestiti del bambino.

Bisogna sceglierlo in base a tre diverse caratteristiche: il tessuto, la taglia e ovviamente il colore.

Il Grembiule, viene indossato dal bambino per molte ore e deve permettere al piccolo di muoversi agilmente e non sentirsi impacciato o scomodo. Deve poter giocare e muoversi liberamente. Inoltre per scegliere la taglia, bisogna tener conto che verrà indossato, durante diverse stagioni, per questo si consiglia di prendere una taglia che permetta l bambino di indossare anche abiti pesanti sotto, nel periodo autunnale e invernale.

 

Per quanto riguarda il colore, ovviamente bisogna tener conto della scelta o delle indicazioni, fornite dall’istituto che ospiterà vostro figlio. Tendenzialmente i colori che vengono scelti con maggior frequenza sono: il bianco, il blu e il nero.

 

Il tessuto deve essere comodo sia per il bambino, che per la madre, perché verrà lavato e stirato frequentemente e quindi deve possedere delle caratteristiche, che andranno a facilitare queste operazioni. Inoltre i bambini potrebbero macchiarlo spesso, con inchiostro, colori e cibo, quindi bisogna preferire un tessuto facilmente smacchiabile. 

 

 

0